Collaborazioni Fashion

Gli italiani e lo shopping online

Se penso solo a cinque anni fa e a come è cambiato il mio modo di acquistare mi sembra che siano passati davvero eoni. E si che sono stata una di quelle che da subito si è avvicinata all’ecommerce senza particolari patemi d’anima.

Non ho mai avuto paura delle frodi telematiche, forse con un pizzico di incoscienza appena ho potuto sono andata a cercare abiti e accessori che in Italia non trovavo. Ma non sono un’italiana tipo, perché da noi per far decollare le vendite online c’ė voluto un bel po’. La recente indagine pubblicata da Zalando sullo shopping online in Italia disegna uno scenario interessante. Gli uomini sono più veloci delle donne nel finalizzare un acquisto (comunque solo un 27 % di noi decide in pochi minuti mentre il restante 73 per cento ha bisogno di pensarci almeno un giorno) , spendono più di cento euro per ogni acquisto.

Ma quando compriamo.? Ci piace farlo in relax, magari con una tazza di caffè in mano e nessuna ansia[ io per esempio compro di sera e di notte, quando i bambini dormono e nessuno mi disturba]  Difatti il 64 % compra da casa, contro un risicato 7 % che si connette per fare shopping in orario lavorativo. Mi ci ritrovo alla perfezione. Lo shopping online è un momento dedicato, mica una roba da incastrare così, tra una mail e un preventivo.

Il dato interessante riguarda gli acquisti da mobile e la connessione tra acquisti in negozio fisico e l’utilizzo di smartphone. Intanto siamo tutti dipendenti dal cellulare e nei nostri controlli compulsivi guardiamo spesso anche le app per fare shopping: in media ne abbiamo scaricate tra due e cinque e le guardiamo per ispirarci e, talvolta acquistiamo direttamente da lì, mentre il 35 % torna poi sul sito per finalizzare il suo acquisto e io sono tra quelli 

Siamo sempre più multitasking.
Il 32 % di chi acquista da mobile lo fa nei tempi di pausa o mentre guarda la TV. La funzione più apprezzata.? Quella per la ricerca dei prodotti desiderati, seguita a ruota da belle pagine prodotto, concepite in modo da spiegare bene i prodotti che si stanno acquistando. in questo caso foto ben fatte, magari con la possibilità di zoommare sul prodotto per ingrandirlo e video sono un plus davvero rilevante, specie per gli abiti e gli accessori.

Da cosa ci lasciamo ispirare? Il 48 % di chi fa acquisti online prende ispirazione dal web ( oh yea], mentre soltanto una persona su 3 si ispira a quanto vede in TV

Compriamo quando siamo felici, e io questo l’avevo già detto e l’83 % gradisce ricevere consigli sotto forma di prodotti suggeriti. Faccio un esempio, tanto per capirci. Se sto comprando un paio di pantaloni, mi piace che lo stylist virtuale mi consigli quale chemisier abbinarci e magari anche le scarpe e l borsa che ci starebbero bene. Sono buoni consigli, apprezzati e desiderati.

L’ultima parte della ricerca riguarda i resi: il 48 % si è trovato a tenere un prodotto anche se avrebbe voluto restituirlo, mentre il 57 % si è sentito a disagio

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.