lifestyle Mom Life Video

Un corso di guida sicura e nuove regole per il trasporto dei bambini in auto

Scrivo questo post in un momento di forte polemica sulla sicurezza dei bambini in auto. Non è questo il luogo per parlare dei recenti fatti di cronaca relativi alla necessità di inserire un sistema di avvertimento e monitoraggio della presenza di  bambini molto piccoli, che auspico da mamma e da persona civile, ma colgo l’occasione per parlare delle leggi riguardo al trasporto di minori nelle auto, in particolar modo dei seggiolini per bambini, grazie ad un training che è stato offerto ad un gruppo di mamme blogger da ebay, coronato da un corso di guida sicura all’autodronomo di Lainate.

Troppe volte ho visto bambini seduti sul lato passeggero, o dietro tenuti in braccio da genitori e nonni. Lo so che quando sono piccoli e strillano e piangono non è facile viaggiare e ci sono passata anche io per quelle infinite code in autostrada con un bambino piccolo che urla e saresti tentato di passare dietro e prenderlo con te, ma non devi farlo, perchè il bene che gli vuoi passa anche da questo.

I dati sugli incidenti stradali sono IMPRESSIONANTI, ma un seggiolino può salvare la vita a nostro figlio. Vengo da un’epoca in cui noi viaggiavamo senza cinture di sicurezza, io dormivo dietro mentre i miei guidavano a turno una FIAT 131 bianca dall’umbria alla puglia, in un viaggio infinito senza aria condizionata e senza ipad in mano, con l’unico gioco di “conta i colori delle macchine che passano” e un numero imprecisato tra le 500 e le mille volte in cui ripetevo ai miei giovani genitori esasperati ” quanto manca?”

Penso che ci sia sempre andata molto bene, per fortuna oggi le regole sono cambiate e da gennaio 2017 le sanzioni si sono ulteriormente inasprite, che dispiace dirlo, ma agli italiani tocca mettergli le mani in tasca per far rispettare la legge.

La sicurezza nel trasporto dei più piccoli è una tematica estremamente attuale e al centro molto spesso dei pensieri di mamme e papà, che devono destreggiarsi nella scelta del seggiolino più idoneo e nel suo corretto utilizzo.

L’ultimo rapporto Ulisse dell’ISS* fotografa però una situazione di confusione da parte dei genitori Italiani. Dallo studio emerge infatti un utilizzo regolare dei seggiolini per auto solo nel 41,2% dei casi. Mentre secondo una ricerca di Altroconsumo**, i motivi dichiarati dai rispondenti per fare a meno del seggiolino sono i più disparati: “il tragitto è breve”, “la velocità è moderata” o addirittura solo perché “il bambino fa i capricci”.

Da quest’anno, con una prima fase a gennaio e una seconda in estate, cambiano le norme che regolano il trasporto dei bambini in auto. D’ora in poi infatti, il seggiolino dovrà essere scelto in base anche all’altezza del bambino e non più solo al suo peso e saranno previste sanzioni molto più severe per coloro che non si adegueranno.

GUIDA PRATICA:

Gruppo 0 (fino a 10 kg circa): la navicella, ovvero la culla imbottita, deve essere collocata sul sedile posteriore e fissata con le cinture dell’automobile grazie al kit sicurezza previsto da tutti i marchi di passeggini . È consigliabile solo nei primi mesi del bambino e se si devono effettuare frequenti o lunghi spostamenti.

Gruppo 0+ (fino a 13 kg): l’ovetto deve essere posizionato – almeno fino ai 9 kg – nel senso contrario a quello di marcia e fissato con le cinture di sicurezza dell’auto. Il bambino è deve essere legato con le cinture in dotazione con il seggiolino. È possibile mettere l’ovetto sul sedile passeggero anteriore, sempre nel senso contrario a quello di marcia ma è obbligatorio disattivare l’airbag passeggero.

Gruppo 1 (da 9 ai 18 kg circa): i seggiolini di questo gruppo sono da posizionare solo sul sedile posteriore dell’auto nel senso di marcia e da fissare con le cinture di sicurezza della macchina. Il bambino deve essere legato con le cinture in dotazione con il seggiolino.

Gruppo 2 e 3 (dai 15 ai 36 kg, circa da 3 a 12 anni): a questi gruppi appartengono i seggiolini con schienale e rialzo che permettono di legare il bambino con le cinture di sicurezza in dotazione all’automobile. Le nuove norme prevedono che sotto i 125 cm di altezza il rialzo debba avere lo schienale. Per i bambini più alti via libera invece ai rialzi di ogni fantasia!* Ma da luglio 2017 sarà obbligatorio lo schienale anche per i bambini dai 125 ai 150 centimetri

Sopra i 150 cm: Il bambino deve utilizzare la cintura di sicurezza dell’automobile, ma fino ai 12 anni deve comunque viaggiare sul sedile posteriore.

Per continuare ad aiutare mamme e papà a prendere la giusta decisione, eBay riserva loro una sezione interamente dedicata, garantendo da un lato una varietà senza pari, con oltre 17.000 seggiolini nuovi disponibili in ogni momento e dall’altro la competenza di venditori professionali ed esperti del settore.

Le foto si riferiscono al corso di guida sicura, un’esperienza che consiglio a chiunque di fare, perchè anche se ti senti un drago in auto, tenere la macchina in situazioni difficili come un a forte pioggia, una curva improvvisa è una sicurezza in più.

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.