Events lifestyle

Flashmob Gabetti: l’hai voluta la bici?

Flash mob (dall’inglese flash, lampo, inteso come evento rapido, improvviso, e mob, folla) è un termine coniato nel 2003 per indicare un assembramento improvviso di un gruppo di persone in uno spazio pubblico, che si dissolve nel giro di poco tempo, con la finalità comune di mettere in pratica un’azione insolita. [cit. Wikipedia]. Il primo in Italia nel 2003, da allora molta acqua sotto i ponti e  molti flashmob, organizzati  per i motivi più disparati e con le modalità più creative: flashmob per un matrimonio, flashmob di yoga, flashmob per cause politiche o per il lancio di un nuovo programma tv. L’importante è che non manchi l’effetto sopresa.

Di certo però non mi era mai capitato di partecipare ad un flashmob in cui durante un imponente sciopero dei mezzi pubblici, qualcuno decidesse di regalare a passanti ignari delle biciclette.

Sotto un torrido sole di giugno, davanti alla Triennale di Milano, 50 dipendenti di  Gabetti, partiti dalla propria sede, hanno regalato  le bici ai passanti con l’obiettivo di promuovere una città più pulita e spingere il messaggio  che se è vero che con Gabetti sei  già a casa, è  fondamentale indicare una strada non solo per tornare a casa, ma anche per andare altrove ed esplorare, tenendo a mente il presente e pedalando verso il futuro.
Vedere le espressioni delle persone coinvolte all’inizio incredule e un po’ dubbiose, che siamo pur sempre a Milano e non è che capiti spesso che qulacuno voglia regalarti qualcosa, poi felici, ma felici davvero, è stato impagabile.

Anche io ho ricevuto in dono una bici nuova fiammante: bianca, perfetta per me. E, come si suol dire, l’hai voluta la bici? E ho pedalato fino a casa, leggera come una farfalla.

*Il post è scritto in collaborazione con Gabetti, società leader nel settore del mercato immobiliare in Italia.

 

Salva

Salva

Salva

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.