Fashion

YOUnique, la sfilata finale di Accademia del Lusso

Quante sfilate avrò visto nella mia vita? Posso contare almeno 12 fashionweek, per due volte l’anno.  Eppure, se ne vale la pena, non smetto di emozionarmi. E più divento grande, più mi interessano i giovani, come i 28 i fashion designer di Accademia del Lusso,  istituto di alta formazione per la moda e il design, le cui creazioni ho visto in passerella la scorsa settimana durante YOUnique, la sfilata di fine anno  alle Fonderie Napoleoniche di Milano.

Dare sostegno a chi si affaccia alla professione di stilista con creatività e un pizzico di incoscienza  credo faccia parte del mio DNA e sono sempre entusiasta di supportare il talento dei ragazzi, cercando di cogliere in anticipo quello che verrà, accogliendo con mente aperta gli stimoli, senza stare troppo a sottilizzare su una eventuale imperfezione tecnica.

 Lo show si è articolato in tre momenti distinti: una prima passerella ispirata al trend Re|think – con abiti daily dalla palette cromatica neutra come cipria, nude, sabbia e bianco latte -, seguito dal momento della trasformazione live dei capi, e da un secondo catwalk con le nuove vesti in chiave Re|mind.

Abbiamo visto sfilare degli abiti  ispirati al tema del cambiamento in senso lato, inteso come ricerca di multifunzionalità, trasformabilità e eterogeneità espressiva. Tutti i capi si trasformano in altro: un nuovo abito, una borsa, un accessorio.

Alcuni stilisti mi hanno colpita più di altri, ma in generale ho trovato la qualità del lavoro dei ragazzi notevole: mi ha colpita la borsa che si trasforma in gonna, ma anche l’abito da sera con corpetto a vista tra il minimal e l’opulenza  [di Vasilija Djalovic] da principessa preraffaellita, che è risultato il mio preferito in assoluto.
Buzzoole

“Ho voluto che i designers fossero liberi di creare, mettendo alla prova loro stessi e il loro senso estetico – afferma Barbara L. G. Sordi, art director -. Ogni pezzo vive come capo a sé stante, da qui il titolo della sfilata. Il collante di tutte queste creazioni è il duplice mood ispirazionale che ha in uito anche nella scelta delle palette cromatiche e nei materiali di ricerca, che caratterizzano gli outfit”.

Salva

Salva

Salva

Salva

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.