Style

La sobrietà sofisticata di Chicca Lualdi.

Minimal, sobria, sofisticata. E’ questa la donna di Chicca Lualdi, che ci accoglie in un’atmosfera fiabesca: zigzagando tra le piante e l’empirica fontana dell’hotel Majestic, sfila una figura a metà strada tra il futurismo e la nostalgia degli anni passati. Molte le geometrie, i tagli rigorosi, i grafismi, ma altrettanti sono i volumi tipicamente sixties che accompagnano i vestiti trapezoidali ornati da macro-pois e mini-quadrettati in organza trasparente.

Ed in questo tripudio di contraddizioni tra nostalgico e nuovo, resta anche il tempo per qualche dettaglio sporty-chic, che ruba la banda alla tuta sportiva e la impone al pantalone fluttuante. Una donna moderna, ma romantica al tempo stesso, che non dimentica mai la sua femminilità, lasciando spazio ad uno stile aperto ma rigoroso che nei colori tenui trova il suo comune denominatore. Non c’è posto per le cromie oscure, qui vincono i toni pastello: il celeste acquamarina, il rosa peonia, il giallo limone.

Un omaggio doveroso è dedicato al capospalla ceruleo dalle maniche a farfalla, sicuramente già visto, ma fresco, giovane e assolutamente indossabile.

Laura Pernicano

Founder presso www.thevogueadvisor.com, siciliana, farmacista, fashionista, curiosa e vintage lover. Seguimi su Facebook e su Twitter. FB:http://www.facebook.com/pages/The-Vogue-Advisor/175389012482346 Twitter: https://twitter.com/#!/laurapernicano

Write a comment