Style

Così fan tutte: il trionfo della lingerie shaping

Si fa e si dice. Almeno lo dicono le star hollywoodiane che su ogni red carpet indossano abiti strizzacurve, abilmente aiutate da lingerie shaping. E funziona, eccome se funziona. Certo, la vera difficoltà è riuscire contemporaneamente a respirare e continuare ad avere quell’allure rilassata richiesta per ogni scatto gossip che si rispetti, ma chi bella vuole apparire….

Arianna Chieli by Robert Shami

Pure io che non sono una che calca red carpet di professione quando indosso abiti fascianti ho imparato da indossare la famosa “mutanda” di Bridget Jones, ottenendo dei risultati notevoli sulla vestibilità degli abiti. Lo shaping giusto però è quello che contiene senza farti morire, esaltando le forme e non schiacciando tutto come un rullo compressore. Quando ho postato su instagram una foto con un body shaping mi avete scritto in tante per chiedermi maggiori delucidazioni, allora eccole qui.

Se volete un effetto assolutamente impeccabile la soluzione migliore sono i body con i pantaloncini da ciclista. La marca più famosa per questo tipo di prodotto è l’americana Spanx. Diciamocelo, non è bello da vedere e devi assolutamente sperare di non dover togliere quel magnifico abito da sirena che indossi davanti ad un qualsivoglia esemplare di maschio. Ma funziona ed è stato ampiamente sdoganato dalle più note celeb d’oltreoceano.

Personalmente preferisco l’abbinata culotte a vita alta e reggiseno, primo perchè se e quando avrò un’impellenza eviterò scene di panico e momenti di totale imbarazzo nel dover restare nuda come un verme dentro un bagno pubblico, secondo perchè ho poco seno e preferisco un reggiseno pushup.

L’alternativa sono i body: non regalano lo stesso effetto ( una taglia in meno), ma sono enormemente comodi e sotto un abito leggermente più morbido assolvono la loro funzione egregiamente. Non amo particolarmente i tessuti tipo pizzo per lo shaping perchè segnano il corpo e alla lunga risultano una tortura, mentre i materiali elastici, come la microfibra e l’elastan sono comodissimi.

Nelle foto che vedete indosso la culotte Control Panty Velvet di Wolford,  abbinata ad un reggiseno della linea Sheer Touch. Come vedete sono tutt’altro che magra, eppure indossando questo tipo di biancheria sotto un semplicissimo tubino nero, nel complesso il risultato è buono.

La perfezione non è di questa terra, accettarsi è il primo passo verso una serena convivenza con se stessi, ma un aiuto strategico qualche volta non guasta.

Thanks to Wolford Fashion and Pinko.

Pics by Robert Shami.

Arianna Chieli by Robert Shami

Arianna Chieli by Robert Shami

 

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.

Comments (1)

Write a comment