Senza categoria

Essere giovani donne a Tokyo. Oggi.

Oggi inaugura la mostra della fotografa giapponese Inbe Kawori  già nota nel suo paese e soprattutto nei social network.

Inbe con l’obiettivo scava nell’anima dei suoi modelli: solo donne. solo giovani. solo di Tokyo (in questa mostra). E attraverso loro – e se stessa- ci racconta costumi, visioni e perversioni. Dal  “Kigurumi” ovvero l’usanza di uscire in pigiama o travestiti fino al fenomeno dell’Hikikomori ovvero l’isolamento dal mondo. Unico collegamento il web.

Essere giovani. Donne. A Tokyo. Oggi.
Questa l’essenza del racconto in 34 fotografie di  Inbe Kawori che per la prima volta espone in Europa in un luogo fuori da ogni schema: l’art Gallery MO.OM  del boutique motel progettato dal designer della notte Beppe Riboli a Olgiate Olona.

“In SUBURBIA, KIGURUMI, HIKIKOMORI Inbe Kawori, giapponese,  nata a Tokyo nel 1980, ritrae realtà urbane e suburbane, tendenze e alienazioni ai confini della psicosi, proprie di una megalopoli come Tokyo, con i suoi 30 milioni di abitanti” spiega Christian Gancitano, curatore della mostra. “L’artista lo fa attraverso ritratti di ragazze reali – non modelle ma persone che amano farsi fotografare da Inbe. Contattate in rete o attraverso i social media, le protagoniste dell’opera di Kawori amano apparire diversamente, evadere,  cercano uno stacco dalla monotonia della quotidianità attraverso, ad esempio, il “Kigurumi” letteralmente “pigiama” o travestendosi. Altro soggetto privilegiato della poetica di Inbe è il mondo degli HIKIKOMORI. L’artista cattura in modo discreto ma diretto, dall’interno, un fenomeno ritenuto patologico delle società ultra tecnologiche: ragazzi e ragazze giovani chiusi in casa, collegati al mondo soltanto via internet, per lunghi mesi, a volte anni, nelle loro (piccole) abitazioni della megalopoli. Una realtà molto particolare che sta toccando anche le società “occidentali” che guardano in modo molto attento e preoccupato questo fenomeno oramai dilagante anche negli stati Uniti e in Europa. Lo sguardo di Inbe ci rivela questo mondo, sommerso da fumetti, gadget e rifiuti di prodotti di consumo di massa” conclude Gancitano.

SUBURBIA, KIGURUMI, HIKIKOMORI – il punto di vista poetico di Inbe Kawori
8 novembre – 31 marzo 2012
Art Gallery MO.OM Hotel
Via San Francesco, 15 – 21057- Olgiate Olona (VA)

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.

Write a comment