People

That’s Bakery, i cupcakes che provocano dipendenza.

rosella_degori_0183_bakery_07

Tu vo fa’ l’ammericano, ma sei nato in Italy”. E già, proprio non riusciamo a farcene una ragione di essere nati in Italy. E benché sulla carta continuiamo a sostenere che il junkie food americano, con i suoi hamburger e i suoi hotdog grondanti senape, sia quanto di più brutto, sporco e cattivo possa esistere, e opponiamo, da veri esperti della nutrizione, i vantaggi di un’equilibrata dieta mediterranea, davvero non ce la facciamo a resistere e, di tanto in tanto, ( qualcuno, ahimè, per la verità, un po’ troppo spesso ) scappiamo – di nascosto, sia ben chiaro i fashionisti NON mangiano – a rimpinzarci di schifezze.

 

rosella_degori_0179_bakery_03

Lontani anni luce i tempi del Mc Donald’s con i suoi panini plasticosi e monosapore, superato l’ormai inflazionatissimo Starbucks – solo per spocchiosi radical-chic o per fashion victims convinti che il fashion food sia cool – sorpassata anche l’era della milanese California Bakery, il futuro dell’american food si chiama That’s Bakery. Di recentissima apertura, situato in via Vigevano 41 a Milano, questo delizioso angolo di paradiso americano, con le sue pareti a strisce ecru e beige, le sue tovagliette a quadri e i banconi di legno grezzo, tinti di bianco, schiera in bella vista, come tanti soldatini colorati e golosi, una varietà di cupcakes che nemmeno da Magnolia Bakery a New York.

rosella_degori_0181_bakery_05

Una volta varcata la soglia della bakery di via Vigevano, non riuscirete a fermarvi al primo assaggio e, complice la bellezza di questi minuscoli e goduriosi dolcetti, la tentazione, forte vi assicuro, sarà quella di provare tutti i gusti. Accanto ai classici alla vaniglia e al cioccolato, periodicamente il menu delle cupcakes si arricchisce di nuove e invitanti novità. E così, non potrete assolutamente non provare la pumpkin cupcake – frosting alla zucca e tortina speziata allo zenzero -, la cupcake al burro d’arachidi,o la double chocolate, solo per golosi degni del VI girone dantesco.

rosella_degori_0178_bakery_02

In questo luogo di perdizione, per la gola e per la linea, fanno bella mostra di sé, su alzate di vari livelli, lussuriose layer cake – la tipica torta a strati, per intenderci – appetitose cheesecake, tradizionali applepie, una vera e propria delizia per gli occhi e per il palato. E prima di passare al dolce, non potrete, certamente, non deliziarvi dell’assaggio di un hamburger. Nel menu, oltre a quello classico, troverete stuzzicanti varianti, come lo sweet pepper burger, con peperoni arrostiti e cheddar cheese, o il caribe chicken burger, con pollo, mela verde e avocado. E poi, ancora, club sandwich, per rimanere nella tradizione, o gourmet open sandwich, con ricotta artigianale, fichi, prosciutto crudo, miele e pepe nero. Da rimanerci secchi. Il sogno americano non è mai stato così vicino.

rosella_degori_0180_bakery_04

Siciliana di nascita, milanese d’adozione. Una passione sfrenata per la lingua italiana e per l’arte in tutte le sue forme. Una innata verve ironica, necessaria per sopravvivere nella giungla metropolitana.