lifestyle

CucinaBarilla, hai vinto tutto

Ultimamente cucinare mi mette ansia. Che poi a me  piaceva, prima che arrivassero i bambini e con loro l’obbligo di mettere a cena tutta la famiglia ogni santa sera. Ve lo confesso, io con i miei mesti risotti, la mia pasta in bianco dell’ultimo minuto, le mie verdurine bollite mi sento inadeguata. E poi apro Instagram ed è un profluvio di #foodporn e tavole imbandite a festa, ricette salutiste in chiave mommy, mise en place che guardo i mie piatti ed è subito meh.

IMG_8102

E’ che arrivo la sera che proprio non ce la fò, che l’unica cosa che vorrei è un maggiordomo, chef, aiutante tuttofare che mi accolga con un calice di vino in mano e mi chieda ” Cosa vuoi per cena?”  Ecco io CucinaBarilla, il nuovo modo di cucinare che aiuta quelle del vorrei ma non posso, quelle che sì, le cose sane, ma vi prego risparmiatemi anche questa sbatta, lo paragono a questo. La chiave di lettura giusta, è Zero Sbattimento e se devo dirvela tutta  la cosa che mi piace di più è la scritta che compare dopo che ho infornato il mio kit e lui, il mio forno intelligente interagisce con me, apostrofandomi con le più belle parole che io possa sentirmi dire “bella, stai tranqui, che abbiamo bisogno di te tra una mezz’ora”. Ecco, non proprio così, ma il senso è quello. E mentre io gioco con il piccolo, lui impasta, cuoce, sforna.

FullSizeRender 2

Non solo: i kit si comprano online e abbiamo eliminato un bel problema che ultimamente ho l’allergia da supermercato che a qualsiasi ora ci vado c’è il pensionato che mi snerva.  I cibi si cucinano da soli grazie al  forno  Whirlpool che legge il codice RFID delle confezioni semplicemente avvicinando la scatola al sensore. ( è facilissimo, lo fanno i bambini a casa mia). Senza rinunciare alla qualità perchè ogni piatto viene cucinato al momento e preparato con ingredienti semplici – senza conservanti –  con il minimo sforzo da parte mia, ma seguendo i tempi della cucina tradizionale per un risultato finale molto casalingo: infatti per preparare un primo piatto occorrono circa 20 minuti, mentre  la preparazione del pane (impasto, lievitazione e cottura) richiede circa 3 ore. Per la pizza ( a grande richiesta la preferita di quelli piccoli) ci vogliono 70 minuti più il tempo di stendere la pasta.

Con grande gioia di tutti che “mamma come sei diventata brava che ci fai la torta”, ” mamma, stasera facciamo la pizza rossa” ( stendere la dobbiamo stendere noi, ma vuoi mettere il gusto di avere l’impasto appena preparato?).

Grazie CucinaBarilla, con me hai vinto tutto.

FullSizeRender 3

 

 

 

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.

Comments (2)

Write a comment