Beauty

Ottobre in rosa: le iniziative beauty per la lotta contro il tumore al seno

Il cancro al seno colpisce 1 donna su 10. È il tumore più frequente nel sesso femminile e rappresenta il 25% di tutti i tumori che colpiscono le donne.  Sebbene negli ultimi anni si sia registrata una costante riduzione dei decessi, il cancro al seno resta la prima causa di mortalità per tumore nel sesso femminile, con un tasso di mortalità del 17% di tutti i decessi per causa oncologica.Vi ho messo un po’ di strizza? bene, perchè l’intento è quello di mettervene abbastanza da spingervi a fare un controllo.

miriam-leone
Perché è importante parlarne? La diagnosi precoce è uno strumento potentissimo nella lotta contro il tumore al seno. Innanzitutto, permette di individuare lesioni molto piccole e, quindi, di intervenire in modo non invasivo e, in secondo luogo, facilita anche la conoscenza di sè e del proprio corpo, fondamentale per poter vivere un’esistenza a tutto benessere. Perciò non bisogna aver paura di conoscere, di sapere: l’ignoranza è il male peggiore e porta con se, vere e proprie catastrofi. La XXIV edizione della campagna “Lilt for Women – Campagna nastro rosa 2016”, ha tra i suoi obiettivi proprio quello di intercettare soprattutto le ragazze per spiegare l’importanza della prevenzione come stile di vita. Con l’hashtag #iofaccioprevenzione, la Lilt ricorda come la prima arma contro il male è l’educazione alla salute e alla diagnosi preventiva.

Nel 35% dei casi, infatti, sono proprio le donne per prime a scoprire il tumore e a decidere di rivolgersi al medico. Oggi si stima che la “guaribilità” del cancro al seno sia dell’80-85%: percentuale che potrebbe arrivare a 95% con un aumento delle diagnosi precoci. Ottobre si tinge così di rosa, diventa sinonimo di lotta contro il cancro e diventa, così, il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno. Sono moltissime, infatti, le iniziative alle quali è possibile partecipare: associazioni, aziende e altre realtà italiane propongono diversi eventi per sensibilizzare le donne e chi sta loro accanto riguardo questa fondamentale tematica. Partecipare alle varie iniziative non è fare della “carità” ma rendersi parte integrante e attiva di una sorta di cerchio virtuale di amicizia tra donne. E’ importante ed un segnale molto forte.
Numerosi brand del mondo della moda e della cosmesi, dedicati per professione alle donne, si sono messi in gioco insieme alle più importanti associazioni e onlus adibite a ricerca e sostegno ai malati. Ecco alcune delle iniziative proposte.

Some women participate at the marathon 'Race for the Cure', against breast cancer, 20 may 2012 in Rome, Italy. ANSA / GUIDO MONTANI
Some women participate at the marathon ‘Race for the Cure’, against breast cancer, 20 may 2012 in Rome, Italy. ANSA / GUIDO MONTANI

The Estée Lauder Companies Italia sarà al fianco di AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, con la campagna BCA– Breast Cancer Awareness, che durerà dall’1 al 31 ottobre ed è stata voluta e creata da Evelyn H. Lauder nel 1992, insieme alla creazione del “nastro rosa” diventato simbolo universale della lotta contro il cancro al seno. La campagna prevede il sostegno da parte di Estée Lauder Companies che devolverà 5 euro per ogni prodotto designato e venduto nel mese di ottobre dei seguenti brand: Aveda, Bumble and Bumble, Clinique, Darphin, Estée Lauder, Lab Series Skincare for Men, La Mer. Un ulteriore aiuto arriva dai social, che divulgheranno contenuti e messaggi tramite gli ashtag #BCAstrength e #NastroRosaAIRC e sul sito BCAcampaign.it.  Madrina italiana della campagna, l’attrice Miriam Leone.

avon
Anche Avon è un’azienda leader per le iniziative legate alle cause che più interessano le donne: Avon Cosmetics è infatti impegnata dal 1995 nella prevenzione e nella lotta contro il tumore al seno. Dal 1995 ad oggi Avon Italia ha raccolto oltre 7.200.000€ per sostenere progetti di prevenzione, cura e ricerca. L’Avon Breast Cancer Crusade è la campagna punto di forza di Avon. E’ stata lanciata nel 1992 e, da allora, continua a raccogliere fondi e a informare per diffondere consapevolezza su una malattia che irrompe nella vita di tante donne. Avon è orgogliosa di finanziare un progresso scientifico fondamentale, che si traduce in terapie e cure, e di «educare» le donne all’importanza della salute del seno, impegnandosi per un futuro in cui nessuna sarà vittima di questa malattia. Quest’anno, Avon festeggia un doppio anniversario: il suo 50° compleanno e il 19° del famoso Avon Running Tour. Inoltre, in occasione del mese della prevenzione, quest’anno Avon presenta il BRACCIALE NASTRINO DELLA SOLIDARIETÀ MELICENT: un filo elastico di perle bijoux decorato con una parola speciale, “Love”, in cui la prima lettera corrisponde al “Nastro Rosa”. Tra i prodotti della solidarietà c’è anche la trousse per cosmetici “Nastrino della solidarietà”: per ogni acquisto di quest’ultima, così come per il bracciale, una parte viene devoluta alla lotta contro il cancro al seno.

Il brand Z.one concept di Panzeri Diffusion si schiera in prima linea nella lotta alla malattia con l’iniziativa “milk_shake go pink”. Tre prodotti milk_shake (leave in conditioner, whipped cream e incredible milk) si colorano di rosa e, per ogni prodotto venduto, l’azienda donerà un euro all’associazione Libellule Onlus, a sostegno alle donne che hanno subito un intervento chirurgico al seno. La missione dell’Associazione Libellule è creare uno spazio familiare, positivo e solidale in cui un team di medici, psicologi e tutor accolga ed assista le pazienti durante questo delicato periodo, fornendo a ciascuna di loro un appoggio personalizzato. Con l’acquisto di un prodotto, le clienti riceveranno in omaggio go pink make up remover, il nuovo guanto che accarezza il viso rimuovendo make up e impurità, può essere utilizzato solo con acqua per una detersione delicata o in abbinamento ad un acqua struccante. Con un ulteriore prodotto, oltre a quello go pink, la consumatrice riceverà in omaggio una confezione di acqua micellare milk_shake sweet camomille incredible water per un’azione ultra-delicata.

milk-shake
QVC, il canale per lo shopping, conferma il suo impegno per il sesto anno consecutivo, a sostegno della lotta contro il tumore al seno. QVC Italia ha realizzato con la collaborazione di Pink is Good, dei prodotti rosa in vendita ad ottobre sui suoi canali: tutto il ricavato andrà a sostenere la battaglia quotidiana per sconfiggere il tumore al seno. Inoltre si potrà aiutare la ricerca anche tramite i social: postando un selfie sui social media utlizzando gli hashtag #jointhepinkbattle e #difendiamolaricerca dipingendosi due righe rosa sotto gli occhi. Verrà donato da QVC 1 euro per ogni selfie postato.

qvc_testimonial_pink-is-good

Ghd, leader brand di riferimento per l’acconciatura dei capelli a caldo, per sostenere il progetto Pink is Good, ha collaborato con donne che sono state malate di tumore al seno, unitamente a grandi nomi del settore beauty e fashion e con la consulenza di Denise Flett, infermiera specializzata nella cura del tumore al seno, per creare una guida online unica e innovativa sul sito www.ghdhair.com/it. All’interno della guida vengono proposti consigli di stile per supportare le donne che hanno vissuto l’esperienza della perdita dei capelli, tutorial per imparare a coprire interamente la testa con un foulard raccolto in modo glamour anni ‘70 o dare il taglio giusto alla propria parrucca, oltre a suggerimenti per contrastare gli inconvenienti più inaspettati e conseguenti alla perdita dei capelli – imparando a disegnarsi le sopracciglia. ghd
Inoltre,  a sostegno della Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good, Ghd ha lanciato Pink Power: acquistando Styler in edizione limitata ghd platinum (259 euro) o ghd V electric pink (199 euro) entrambe con pochette termoresistente oppure un asciugacapelli in edizione limitata ghd air electric pink con astuccio (134 euro), automaticamente verranno donati 10 euro in beneficenza. Nel corso degli ultimi anni, le ghd pink limited edition, hanno raccolto oltre 11 milioni di euro sostenendo molte associazioni di ricerca contro il tumore al seno in tutto il mondo; quest’anno, l’obiettivo è quello di arrivare a 12 milioni!

crema-mani-bottega-verde
Anche Bottega Verde scende in campo per la prevenzione: per ogni crema mani Pepe Rosa che verrà venduta, di quelle contrassegnate dal nastro rosa simbolo della LILT, l’azienda devolverà un euro alla Istituzione che da oltre 90 anni promuove e diffonde su tutto il territorio nazionale la cultura della prevenzione oncologica.

image31PittaRosso, azienda leader nella vendita di calzature e accessori per tutta la famiglia, rinnova la scelta di «camminare» a fianco di Fondazione Umberto Veronesi a supporto di Pink is Good, il progetto a sostegno della ricerca contro il tumore al seno: il 23 ottobre si svolgerà a Milano la PittaRosso Pink Parade, un evento ludico motorio che ha per obiettivo la raccolta di fondi destinati alla ricerca scientifica.La manifestazione, giunta alla terza edizione, prevede due modalità di partecipazione: una camminata di 5 km a passo libero aperta a tutti, e una corsa di 10 km a cronometro riservata ai maggiorenni. La quota di iscrizione è di 12€ per la camminata (gratuita per i bambini fino ai 12 anni) e di 15€ per la corsa (più 1€ per i non tesserati), i fondi raccolti saranno interamente devoluti.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Italian fashion journalist. Blogger @fashionblabla. Founder of #fashioncamp.

Write a comment